lunedì 17 agosto 2009

Yin e Yang


Un elemento basilare della filosofia cinese è il principio dello Yin e dello Yang. Il simbolo è un cerchio vuoto che rappresenta le origini dell'universo, la causa prima dell'essere. Raffigura una condizione che non ha tempo, che non ha essenza, che non ha ne vita ne morte. Una condizione che esiste e non esiste, perchè tutti gli opposti in esso contenuti si neutralizzano vicendevolmente e quindi sono inefficaci.In effetti essi sono lì, ma non si mostrano. E' una condizione di armonia superiore che racchiude tutti gli dei di tutte le religioni e si trova aldilà del nostro mondo e non si può descrivere con parole di uso quotidiano.
Da queste idee primordiali ha avuto origine l'universo. L'armonia iniziò a svilupparsi. Gli opposti si spezzarono e si resero palesi. Nacque la prima coppia di opposti, Yin e Yang, dalla quale si svilupparono tutti gli opposti che conosciamo oggi. Grande e piccolo, alto e basso, lento e veloce, avanti e indietro, passato e futuro, gioia e dolore, guerra e pace, vita e morte, materia e antimateria: tutti si ricollegano al principio fondante dello yin e dello yang.
Nello yin e yang gli opposti lottano in apparenza l'uno contro l'altro, ma in realtà si integrano in una totalità superiore. Insieme formano l'armonia della quale hanno bisogno per esistere. Dipendono l'uno dall'altro. Se gli riuscisse veramente di eliminare il proprio opposto, i rapporto tra i due poli verrebbe meno, l'energia vitale si estinguerebbe e l'apparente vincitore verrebbe esso stesso annientato.
Per non arrivare a tale crollo, la natura ha sviluppato un efficace meccanismo che rinnova in continuazione, l'armonia globale. In ogni yin trova fondamento lo yang allo stato iniziale e in ogni yang lo yin. Ciò significa che in natura non esiste alcun yin puro, come accade altrettanto per lo yang.
la polarità degli opposti, la tensione tra yin e yang, è il fondamento della vita. Da ciò nasce l'energia che noi conosciamo come energia vitale. Nell'organismo si trovano numerosi diversi opposti in contapposizione tra loro, come ad esempio l'inspirazione e l'epirazione. Osservati superficialmente essi si neutralizzano. Tuttavia, quando osserviamo meglio tale fenomeno, possiamo vedere che le due parti non si neutralizzano ma, al contrario, si completano.
Ogni muscolo ha il proprio antagonista e anche il muscolo cardiaco deve dilatarsi e contrarsi, la pressione sanguigna non deve essere ne troppo alta ne eccessivamente bassa, i reni non devono eliminare troppa acqua ma neanche troppo poca. In tutto il corpo, come in tutti i fenomeni in natura, possiamo incontrare coppie di opposti e dappertutto siamo in grado di riconoscere che in effetti le funzioni opposte si influenzano a vicenda, ma tuttavia sono reciprocamente dipendenti nel mantenimento della salute

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page